Gelato alla vaniglia senza glutine

Quando cucino le torte, il pan di spagna o un qualsiasi prodotto che si può conservare in freezer, faccio sempre delle dosi abbondanti, per il gelato alla vaniglia ho moltiplicato per quattro, circa 2,4 Kg.

Fare una o quattro dosi ci vuole lo stesso tempo, quindi meglio abbondare e conservare.

Per i gelati alla crema uso una base crema in polvere già pronta che da morbidezza e spatolabilità al gelato. Gli ingredienti sono ottimi e non altera la genuinità del prodotto e in più è senza glutine.

Per avere un gelato morbido al palato e che non geli, senza la base crema dovrei aggiungere destrosio monoidrato, farina di carrube, xantano, latte scremato in polvere e altro.

Pastorizzazione

Questa ricetta contiene tuorlo d’uovo, quindi raccomando la pastorizzazione del prodotto ad almeno 82° e l’abbattimento immediato per riportarlo il prima possibile a 4°.

Io uso spesso tuorli pastorizzati che ormai si trovano in tutti i supermercati in brik di cartone e sono ottimi.

Gli ingredienti sono calcolati per quattro dosi da circa 600 grammi di gelato l’una, per una gelatiera con cestello da 1,2 litri.
Per una sola dose, dividere la ricetta.
Ho calcolato una percentuale in più di prodotto perché un po’ va sempre perso.

Senza Glutine

Visto che facciamo un gelato senza glutine è inutile dirvi di stare alla larga da prodotti che contengono glutine, soprattutto la farina.

Le mani, i tavoli, le macchine e gli utensili che si usano devono essere pulitissimi. L’igiene nelle preparazioni è importantissima.

La polvere per fare la base crema che uso io si può utilizzare sia a caldo che a freddo, ma a caldo viene meglio.

Stampa Ricetta
Gelato alla vaniglia senza glutine
Piatto Gelati
Cucina Italiana
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Piatto Gelati
Cucina Italiana
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. Prendo una pentola antiaderente e mescolo 300 gr di zucchero assieme alla polvere per la base crema, aggiungo il latte e la panna e porto tutto a 85°.
  2. Nel frattempo apro in due i baccelli di vaniglia, tolgo tutti i semi, li metto nel restante zucchero e li mescolo un po’. Non buttare mai i baccelli vuoti che possono insaporire 1 kg. di zucchero e poi quando saranno essiccati, si possono frullare e usare la polvere per insaporire altre preparazioni come il pan di spagna, ad esempio. Non si butta niente.
  3. In una bastardella di acciaio, metto i tuorli e lo zucchero, mescolo subito altrimenti l’uovo tende a macchiarsi. Una volta che la base crema sul fuoco ha raggiunto gli 85°, ne verso un po’ nei tuorli come si fa per le creme. Quando i tuorli si sono ben amalgamati con una parte di base crema, li verso nella pentola con il resto del liquido e riporto tutto a 82° pastorizzando le uova. Se uso tuorli pastorizzati non pastorizzo.
  4. Abbatto la crema in acqua e ghiaccio sempre mescolando. Metto in frigo per qualche ora per far raggiungere i 4° circa.
  5. Verso circa 600 gr. di crema nella gelatiera, avvio il compressore e la pala per circa 35/40 minuti, dipende dalla gelatiera, dalla temperatura del composto e dalla quantità.
  6. Quando il gelato sarà pronto, verso in un contenitore, lo copro con della carta frigo in modo che eventuale condensa sul coperchio, che poi diventerà ghiaccio, non vada sulla superficie del gelato.
  7. Ripeto il procedimento con la gelatiera finché non avrò finito la crema. Il gelato sarà perfetto dopo alcune ore in freezer.


Gelato al pistacchio senza glutine fatto in casa

Gelato con Pistacchio di Bronte

il gelato al pistacchio, quello vero, è una vera delizia per il palato.
Si trovano molte ricette per fare il gelato al pistacchio ma a me piace farlo così:

Dose moltiplicata per 2 per una gelatiera con contenitore da 1,2 lt. nella quale andrà versato circa 600 gr. di composto. Come al solito la dose è un po’ abbondante perché va sempre perso qualcosa.

La pasta pistacchio:

Questo è il link se volete fare in casa la pasta pistacchio: Pasta di pistacchio fatta in casa

Il risultato secondo me è eccellente.

Provatelo!

Stampa Ricetta
Gelato al pistacchio senza glutine dose per 2 contenitori da 1,2 lt macchina per gelato
Un ottimo gelato senza glutine con vero pistacchio in pasta
Gelato con Pistacchio di Bronte
Piatto Gelati
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 60 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 4 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Piatto Gelati
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 60 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 4 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Gelato con Pistacchio di Bronte
Istruzioni
  1. In una pentola antiaderente, aggiungo la base in polvere Gelto 50 CF a 175 gr. di zucchero e li miscelo con un frustino. Aggiungo il latte e la panna e porto il tutto a 85° poi tolgo dal fuoco.
  2. In una bastardella mescolo 45 gr. di tuorlo con il restante zucchero, non serve montare. Verso in un paio di volte un po' di base crema sui tuorli e mescolo con il frustino. Verso i tuorli miscelati nella pentola con la base crema rimasta e porto il tutto ad 82° mescolando dolcemente. Se i tuorli sono pastorizzati non serve portare nuovamente la crema a 82°.
  3. Tolto dal fuoco, verso il composto in una bastardella e abbatto con acqua e ghiaccio mescolando spesso. Una volta raffreddata la miscela, metto nel bicchiere del mixer circa 150 gr. di pasta pistacchio, aggiungo circa 1/4 di base crema un po' alla volta e frullo il tutto con il mixer. Il composto ottenuto lo butto nel resto della base crema e finisco di miscelare. Metto la crema in frigo a raffreddare per qualche ora.
  4. Una volta raffreddata, riempio il contenitore della gelatiera con circa 600 gr di crema. Avvio la gelatiera e dopo circa 30 minuti, secondo quanto la miscela è fredda, il gelato sarà pronto.
  5. Riempio una vaschetta per gelati, spargo un po' di granella di pistacchio sopra, copro con della carta frigo o carta forno, sistemo il coperchio del contenitore e metto in freezer per alcune ore.
Recipe Notes

La carta frigo sopra il gelato è per evitare che sulla superficie si formi del ghiaccio dovuto alla brina che, oltre ad essere brutto da vedere, non è il massimo in bocca.